Parole chiave a coda lunga

keywords cosa sono

Le parole chiave a coda lunga o anche dette long tail keywords sono un concetto molto importante nella SEO ed in generale nella logica di ottimizzazione seo per i motori di ricerca.

Cosa sono le long tail keywords?

Le parole chiave a coda lunga sono query di ricerca molto specifiche che, in genere, presentano volumi di ricerca e livelli di competizione relativamente bassi. Inoltre, le keywords a coda lunga tendono ad essere più lunghe (3+ parole) rispetto alla maggior parte degli altri tipi di parole chiave.

Anche se gli utenti effettuano ricerche con queste parole chiave meno frequentemente, esse rappresentano una consistente percentuale delle ricerche complessive se considerate nel loro insieme.
Grafico che mostra le ricerche. Il 70% delle ricerche è a coda lunga.

L’espressione “coda lunga” è stata coniata inizialmente per descrivere il fenomeno per cui i prodotti di nicchia, presenti su piattaforme come Amazon, generavano un maggior numero di vendite complessive rispetto ai bestseller più famosi.

Curiosamente, lo stesso fenomeno si verifica anche con le parole chiave utilizzate nei motori di ricerca.

Infatti, il concetto di “coda lunga” fa riferimento alla parte finale di una curva, ovvero quella “coda” che si estende lungo l’asse orizzontale, quella delle ascisse.

Distribuzione del numero delle parole, nel concetto di coda lunga

Esempi di keywords

Le keyword a una parola, conosciute anche come short tail, sono spesso generiche e altamente competitive, ad esempio “scarpe”.

Le keyword a due o tre parole, dette medium tail, sono più specifiche e mirate, come “scarpe sportive” o “scarpe running donna”.

Infine, le long tail keywords sono frasi più lunghe e dettagliate, che solitamente contengono più di tre parole, ad esempio “scarpe running donna ammortizzate”. Man mano che la lunghezza delle keyword aumenta, la competizione diminuisce, ma anche il volume di ricerca tende a ridursi. Tuttavia, le long tail keywords hanno il vantaggio di attirare un pubblico più specifico e interessato, aumentando le probabilità di conversione.

 

Posizionamento facilitato nei motori di ricerca

Le keyword principali sono solitamente molto competitive, il che implica che potrebbero volerci anni per raggiungere un buon posizionamento con il SEO (ammesso che si riesca a farlo). Ad esempio, la keyword “sushi” presenta ben 2,23 miliardi di risultati, mentre “ricette sushi vegano”, una long-tail keyword, ne genera soltanto 25 milioni. Questo significa che ci sarà il 98,88% in meno di siti con cui competere per apparire nella prima pagina di Google.

 

Traffico qualificato e mirato

Poiché le long-tail keywords tendono ad essere molto specifiche, gli utenti che le inseriscono su Google sono probabilmente più vicini a compiere un acquisto. Ad esempio, chi cerca “software SEO” è vicino a prendere una decisione di acquisto, mentre chi ricerca solamente “SEO” sta effettuando indagini preliminari sull’argomento e potrebbe essere ancora lontano dall’acquistare un software.

Le long-tail keywords hanno semplicemente un tasso di conversione migliore rispetto alle short-tail keywords. Il tasso di conversione medio per una long-tail keyword è del 36%. Le migliori landing page si fermano solamente all’11,45% di conversione.

Pubblicità pay-per-click (PPC) più economica

Se si utilizzano Google Ads, puntare su long-tail keywords può consentire di ottimizzare il budget pubblicitario. Infatti, molte parole chiave ad alto volume hanno un elevato costo per click (CPC) e spesso non offrono conversioni soddisfacenti. Al contrario, le long-tail keywords a basso volume sono estremamente mirate e possono vantare tassi di conversione più alti, oltre a un CPC inferiore. In definitiva, scegliere long-tail keywords è una strategia vincente per le campagne PPC.

Un aspetto negativo delle long-tail keywords è la necessità di posizionarsi su diverse di esse per ottenere lo stesso traffico che si otterrebbe con una singola keyword generica. Tuttavia, considerando i vantaggi offerti in termini di posizionamento, traffico mirato e costi pubblicitari, le long-tail keywords rappresentano un’opzione strategica di primaria importanza nel marketing digitale e nell’ottimizzazione dei motori di ricerca.

 

Blog o E-commerce?

Blog o e-commerce che sia l’uso delle parole chiave a coda lunga è sicuramente un’azione da adottare. La differenza sostanziale tra blog ed e-commerce è che nel blog utilizzerò le parole chiave a coda lunga o per creare delle pillole di aggiornamento oppure per creare dei paragrafi, che vadano ad espandere il campo semantico della main keyword.

Nell’e-ecommerce invece tutto viene naturalmente, in quanto se i prodotti in vendita soddisferanno una nicchia specifica, di conseguenza anche le keywords saranno molto specifiche ed a coda lunga.

 

Come abbiamo implementato le key a coda lunga per i nostri clienti

Per tutti i nostri clienti abbiamo implementato keywords a coda lunga, sia per quanto riguarda la local seo, sia per quanto riguarda siti di servizi web, sia per quanto riguarda i blog. Abbiamo sempre cercato di comprendere nel nostro lavoro keywords altamente specifiche, in modo da soddisfare ricerche altamente mirate.

I risultati, in termini di conversioni, secondo le nostre statistiche, per keywords organiche sono di 3 volte superiori a quelle a pagamento.

Le long tail, silo e main keywords

Utilizzate in combinazione con il concetto strutturale di silo o piramidale, o qualsiasi struttura che mira ad allargare il campo semantico di un sito Web, le long tail keywords, permettono di organizzare in modo gerarchico e coerente i contenuti di un sito web, migliorandone la rilevanza e l’autorevolezza agli occhi dei motori di ricerca. Questa organizzazione mirata facilita la convergenza delle long keywords verso le main keywords, ovvero le parole chiave principali attorno alle quali si struttura l’intero sito. In questo modo, le long keywords agiscono come una rete di supporto per le main keywords, aumentando la loro visibilità e rilevanza nel contesto online. Attraverso una sapiente selezione e integrazione di long keywords nei contenuti, è possibile ottenere un posizionamento più elevato nei risultati di ricerca, generando un maggiore traffico organico e, di conseguenza, potenzialmente maggiori conversioni e successo per il sito web in questione.

 

Risultati ottenuti grazie alle long tail keywords

Questo primo cliente è riuscito a posizionarsi, grazie alla strategia delle long keywords, su keyword estremamente competitive. Riuscire a posizionarsi in prima posizione per “bonarda”, “gutturnio”, “ortrugo”, considerando la forte pressione di competitors che investono milioni di euro nel campo del vino è un risultato ragguardevole. Abbiamo battuto wikipedia e siti blasonati.

Sebbene queste non siano keywords a coda lunga, sono proprio le keywords a coda lunga e l’eccellenza di questo sito web, ad averlo portato verso questi importanti traguardi.

Lo stesso vale per questo altro esempio, in cui si sono raggiunti buonissimi risultati con la sola ottimizzazione seo on-site.

 

Tool gratuiti per fare ricerca keywords a coda lunga

Semrush – 10 ricerche giornaliere con la versione free

Autocompletamento Google – Fai una ricerca su Google e vedi che risultati suggerisce

Uber suggest – Limitato a poche ricerche gratuite

AnswerThePublic – Gratuito, ottimo per capire le domande degli utenti

Google trends – Infinite ricerche su questa storica piattaforma, appena aggiornata

 

Cosa usiamo noi per fare ricerca a coda lunga?

In agenzia utilizziamo al combinazione di strumenti a partire da SEOZOOM (a pagamento), in combinazione con Semrush e Google Trends.

 

Se vuoi affidarti a noi per la ricerca delle parole chiave, per individuare settori di mercato potenziali per la tua attività, contattaci. Saremo lieti di supportare il tuo business.

Open chat
Ciao, come possiamo aiutarti ?